Get Adobe Flash player

rating star  Mito, Leggenda e realtà

I verdi pascoli irlandesi nascondo la vera storia dei 471 legionari romani ritrovati a Drumanagh

Avvertenza ai lettori:  Abbiamo scoperto che, praticamente tutto il mondo, è stato "beffato" dai buontemponi di questo sito http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fworldnewsdailyreport.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2014%2F09%2Fgrave-460x307.jpeg&h=uAQFI-nlG  e che la notizia, ma si badi bene, solo la notizia del ritrovamento dei 471 corpi dei legionari romani è in realtà "una bufola". Ma ben congeniata perchè condita da tutte notizie reali. Ce ne scusiamo con i lettori ed abbiamo inviato la corrispondente a sincerarsi personalmente della cosa. Rimane la veridicità di tutto l'articolo e delle informazioni scritte su quelle garantiamo la totale veridicità. Ci scusiamo ancora ma anche noi siamo "umani" e possiamo sbagliare, stavolta insieme a tutto il resto del mondo. Buona lettura.

Francesca Borzi (corrispondente da Dublino)
Croce CelticaSpesso, parlando di Irlanda, vengono alla mente i simpatici e giocherelloni gnomi e folletti oppure i severi Druidi che, tra le nebbie perenni, effettuano i loro ancestrali magici riti.
Eppure, nonostante la storia ufficiale non lo riporti, tra quelle verdi terre e la bruma matturina che le avvolge da millenni è accaduto qualcosa di importante e e grave, almeno per Roma. A suscitato grande interesse, infatti, il ritrovamento avvenuto qualche giorno fa dei resti di 417 legionari romani sepolti tutti insieme in una fossa comune in quella che oggi è la località di Loughshinny a solo 2 chilometri da Drumanagh (la radice "ruman" del nome D(ruman) argh lascia sottintendere un chiaro riferimento ai romani) , vicino alla capitale irlandese Dublino. Ma perchè è importante per la storia questo ritrovamento?

Leggi tutto...

Dagli scheletri di Pompei, svelati aspetti curiosi della società romana

Alcuni scheletri PompeianiI resti di Pompei continuano a rivelare curiosi e inaspettati aspetti della vita, della dieta e della salute ai tempi dell’antica Roma. Negli anni ’80 gli archeologi trovarono 54 scheletri in un magazzino seminterrato del piccolo sobborgo di Oplontis. Per molti pompeiani che cercavano un riparo dall’eruzione del Vesuvio quello deve essere sembrato un posto sicuro. Come sappiamo, le persone invece vi morirono, sopraffatte dalla cenere vulcanica e dai gas. Gli scheletri sono stati molto studiati per stabilire le cause di morte. Possono però anche dirci come essi vissero, e svelare alcuni particolari sorprendenti.

Leggi tutto...

Decifrato un diploma militare romano

L’antico diploma militare romano (Corriere del Mezzogiorno)Voleva sposarsi ed avere figli già romani cives alla nascita, Lucio Camelio Severo figlio di Lucio, della tribù Palatina di Puteoli (Pozzuoli), e il «diritto di connubio» gli spettava avendo egli prestato servizio come pretoriano nella Undicesima Coorte Urbana di Roma. Congedato dopo 20 anni in servizio di ordine pubblico nella turbolenta capitale dell’impero, chiese e ottenne il permesso di sposare una donna che non era cittadina romana («peregrina») nella sua fattoria sulla strada fra Pozzuoli e Quarto. Il permesso arrivò inciso sul bronzo: una tavoletta di 14 per 11 centimetri che adesso si trova nella trasparente teca del Museo dei Campi Flegrei diretto da Paola Miniero.

Leggi tutto...

Passeggiate romane: Pantheon e Chiesa di S.Maria ad Martyres

di Marina Maugeri
Il primo Imperatore romano Augusto Gaio Giulio Cesare Ottaviano Ecco il monumento, per molti aspetti, più emblematico di Roma. Quello che sicuramente meglio racconta di noi. Il Tempio del Pantheon, costruito a partire dal 27 a.C. sotto il divo Augusto, è un luogo immenso che sottolinea la grandezza e insieme la piccolezza.

Leggi tutto...

Stazione di posta con terme e sepolcri sulla via Portuense

impianto termale femminile (ANSA/Soprintendenza archeologica di Roma)Terme maschili e femminili, una stazione di posta e un luogo di culto. In sostanza, un vero e proprio “hub” risalente a duemila anni fa.Una stazione dotata di strutture di servizio, per il corpo e per lo spirito, destinate a confortare il tragitto di viaggiatori e trasportatori, moltissimi, impegnati a raggiungere i moli di Portus (oggi Fiumicino) o provenienti dai medesimi approdi commerciali per trasferire le merci destinate alla capitale dell’Impero romano.

Leggi tutto...

Se l'origine di Roma è donna

di Marina Maugeri *

Roma plastico città imperialeNel 1917, durante la costruzione del tratto ferroviario di Porta Maggiore, il terreno cede, sprofondando in un ipogeo rimasto vuoto e silenzioso per quasi venti secoli. Si spalanca alla luce l’aula di una grande Basilica interamente scavata nella roccia tufacea, dove sembra che una conventicola di iniziati neopitagorici abbia ricoperto le pareti con bianchi stucchi simbolici. Nel punto focale della basilica c’è l’abside, nel cui catino spicca ancora un tragico salto.

Leggi tutto...

“Se vi è piaciuta questa commedia, orsù, applaudite!”. Duemila anni fa moriva Cesare Ottaviano Augusto il fondatore dell’Impero di Roma (Prima Parte)

di Stefano Schiavi

L'aquila imperiale di Roma“Il giorno della sua morte chiese più volte se, per causa sua, ci fosse tanta agitazione tra il popolo, si fece dare uno specchio, accomodare i capelli e sostenere le mascelle che già cadevano. Fatti entrare gli amici, chiese loro se credessero che egli avesse rappresentata bene la commedia della vita, e aggiunse in greco: “se siete contenti applaudite battendo le mani” poscia, licenziati tutti, mentre chiedeva ad alcuni, venuti da Roma, notizie della figlia di Druso, ammalata, improvvisamente spirò tra le braccia di Livia mormorando: “Livia, vivi ricordando la nostra unione; addio!”. Morì dolcemente come aveva sempre desiderato”.

Leggi tutto...

Italian English French German Spanish
L'Associazione "I Viaggi Nella Storia", che ha come scopo quello di sviluppare e diffondere la cultura dei viaggi intesi come arricchimento culturale, sociale e storico, anche un importante veicolo per la diffusione, attraverso le nostre rubriche, della cultura storica, delle tradizioni culturali, dell'archeologia, degli eventi storici,delle curiosit e dei misteri storici, degli approfondimenti storici, delle leggende e dei miti, dei ricordi di famiglia, delle recensione di libri, dei quaderni storici e dei quaderni archeologici, delle mostre e degli eventi, dei reportage di storia antica e moderna, dei dossier e delle ricerche storiche.