Get Adobe Flash player

Guerra fredda e guerra calda

Conrad Schumann salta il filo spinato in Bernauer Strasse

quando Berlino ovest era nel mirino di Mosca
Negli anni bui della Guerra Fredda le autorità della Germania comunista avevano messo a punto un piano che prevedeva un attacco armato per conquistare Berlino ovest, la parte della capitale a occidente del Muro controllata dalle potenze vincitrici Usa, Francia e Gran Bretagna.

"Non erano affatto giochi da ragazzi", scrisse al quotidiano berlinese Der Tagesspiegel lo storico Otto Wenzel che anni fa presentò i materiali a dimostrazione dei progetti di Berlino est. Secondo il giornale, il piano di conquista messo a punto congiuntamente dalla Nationale Volks-Armee (Nva) e dalla Stasi (Staatssicherheit, servizi segreti) cominciava con un attacco di nove minuti da parte di cacciabombardieri sull'aeroporto Tegel di Berlino ovest, successivamente sarebbe dovuta entrare in azione l'artiglieria con una pioggia di fuoco, mentre unità scelte dell'esercito avrebbero avuto il compito di creare delle brecce in 59 punti lungo il Muro. "Il piano per l'attacco era stato approntato fin nei minimi particolari", scriveva il giornale, una decina d'anni fa, sottolineando che nell'operazione era previsto l'impiego di 35 mila soldati - fra i quali seimila uomini dell'Armata Rossa sovietica di stanza nella ex Ddr - e 334 carri armati. Der Tagesspiegel non precisava però la data prevista per l'attacco a Berlino ovest, ma affermava, comunque, che "negli anni settanta la Nva - con il nome in codice 'Turnier' - cominciò a studiare l'organizzazione e l'attuazione di azioni militari per la conquista di una grande città". Le prove venivano fatte sulle mappe della città di Magdeburgo. Per ognuno dei quartieri di Berlino ovest erano pronte lunghe liste di obiettivi da colpire. Fra l'altro a Tiergarten dovevano essere presi il Reichstag, il castello di Bellevue e la stazione ferroviaria Lehrter Gueterbahnhof, a Wedding gli stabilimenti della AEG e della Schering. La Stasi (i tristemente famosi servizi segreti della Germania di Honeker) aveva in particolare il compito di mettere fuori uso le centrali direttive di Berlino ovest, controllare le linee di comunicazione e trasporto e sostenere la creazione di una amministrazione comunista a Berlino ovest. Quanto concreti fossero tali piani lo sta a dimostrare il viaggio fatto da una delegazione della Stasi in Vietnam. Dopo la fine della guerra (in Vietnam) infatti i servizi segreti di Berlino est decisero (era il 1976) di informarsi in quel paese sulle tattiche di combattimento sul suolo nemico e sui modi di eliminare persone.

Italian English French German Spanish
L'Associazione "I Viaggi Nella Storia", che ha come scopo quello di sviluppare e diffondere la cultura dei viaggi intesi come arricchimento culturale, sociale e storico, anche un importante veicolo per la diffusione, attraverso le nostre rubriche, della cultura storica, delle tradizioni culturali, dell'archeologia, degli eventi storici,delle curiosit e dei misteri storici, degli approfondimenti storici, delle leggende e dei miti, dei ricordi di famiglia, delle recensione di libri, dei quaderni storici e dei quaderni archeologici, delle mostre e degli eventi, dei reportage di storia antica e moderna, dei dossier e delle ricerche storiche.