Get Adobe Flash player

rating starCi sono aspetti, nella storia delle cose, dei fatti, delle vicende passate che per anni e secoli sono stati tenuti nascosti. Magari per convenienza politica, oppure  per  ragion di stato, o anche semplicemente   perchè dopotutto... la storia viene spesso raccontata soltanto dal vincitore.

Prima guerra mondiale: 24 maggio 1915 la prima ad essere colpita fu Ancona

di Marco Mattia

24 maggio 1915L’Isonzo,l’Adamello,l’Ortigara,Caporetto,il Piave e Vittorio Veneto sono nomi di località che ricordano gli anni e le vicende, drammatiche ed eroiche, del fronte italiano della Prima Guerra Mondiale ed oggi sono considerati veri e propri luoghi della memoria proprio perché legati per sempre a quegli accadimenti.
Il primo evento bellico avvenne però lontano centinaia di chilometri dall’Isonzo e dal fronte alpino, ed ebbe come protagonista il mare e la prima vittima civile di quella guerra fu una donna anconetana.

Leggi tutto...

La morte di Yuri Gagarin tra mito, complotto e superstizione

Il cosmonauta Yuri GagarinDi Stefano Schiavi
“Gli eroi son tutti giovani e belli”, cantava il cantautore italiano Francesco Guccini ed in fondo è così. Ma non si capisce il perché questi eroi e giovani hanno quasi sempre un triste destino che culmina con la loro prematura morte. Se poi a morire così presto all’età di 34 anni è il primo cosmonauta della storia dell’umanità, beh, qualche dubbio c’è sempre.

Leggi tutto...

Harold Philby, da simbolo del doppiogioco a icona dell’agente Triplo?

Francobollo commemorativo di Kim Philbydi Stefano Schiavi

Harold Adrian Russell Philby da 50 anni è, senza ombra di dubbio, il simbolo del doppiogiochismo. Fonte ispiratrice di capolavori del genere spionistico-letterario ha ispirato capolavori “La talpa” di John Le Carrè, e “Il quarto protocollo” di Frederick Forsyth.

Leggi tutto...

Fu Nikita Krushev a volere la morte di Kennedy?

Il presidente Usa J.F.Kennedydi Micaela D’Andrea
Il caso dell'omicidio del presidente americano John Fitzerald Kennedy è stato archiviato da tempo, ma sulla sua morte i dubbi restano ancora. Molti gli interrogativi che continuano ad alimentare la saggistica egli addetti ai lavori. Fu veramente Lee Oswald a sparare a Kennedy? Fu la mafia con la quale l'allora presidente Usa e la sua famiglia avevano legami indiscutibili? Furono i servizi segreti sovietici? Fu la stessa Cia? Interrogativi che, forse, non avranno mai una risposta certa.

Leggi tutto...

Litvinenko, tra agenti doppio e triplogiochisti l’ombra del Cremlino e della Cecenia

Litvinenko, a destra nella fotodi Stefano Schiavi
Da sempre la storia del mondo ha due versioni, quella ufficiale che si può trovare anche sui libri di storia e quella più reale ma nascosta. Fin dalla comparsa dell’umanità sulla Terra, l’uomo ha utilizzato la sua mente per operare sotterfugi, ingannare il suo prossimo, acquisire informazioni o effettuare disinformazione e sabotaggio.

Leggi tutto...

Storie di spie e valigette: l'America sotto minaccia?

Il colonnello Lunev
Congegni nucleari, minacce alla sicurezza degli Stati Uniti, lo scenario di un conflitto tra America e Russia. E una spia incappucciata, in vena di confessioni da Guerra Fredda. La storia potrebbe essere la degna trama di un romanzo d'azione, ambientato negli anni '60. Ma l'uomo senza volto esisteva davvero. E' Stanislav Lunev, ex colonnello dei servizi segreti sovietici considerato dal Congresso americano il più autorevole disertore dei servizi segreti russi.

Leggi tutto...

L’ Egitto dei Faraoni che non ti aspetti

Akenathon, meglio conosciuto come Amenhotep IVdi Stefano Schiavi
Come dice un vecchio adagio popolare “tutto il mondo è paese”, anche nel passato. Insomma, quello a cui abbiamo assistito lo scorso secolo, e che vediamo costantemente oggi, non è altro che la riedizione, riveduta e corretta, di quanto accadeva nell’antichità.

Roma, Atene, Tebe, Babilonia, non sono state certo da meno nelle nostrane trame avvenute soprattutto durante la “guerra fredda”. Chi pensa, infatti, che a quei tempi era tutto rose e fiori o che, comunque, le varie controversie si portavano a compimento con veleni o agguati mortali sbaglia di grosso. L’intrigo, il sotterfugio, lo spionaggio e le trame occulte fanno parte integrante dell’uomo e sempre lo saranno. Non erano esenti da ciò nemmeno i Faraoni, veri e propri Dei in terra, che dovettero affrontare rivoluzioni sociali, omicidi eccellenti, lotte di potere che nulla hanno da invidiare alle rivoluzioni sudamericane. Rivoluzioni sobillate spesso e volentieri da fuoriusciti o da politici avversi non tanto al Faraone quanto alla casta sacerdotale (potentissima a quei tempi) o ai magistrati o ai vari governatori delle provincie reali. Insomma, la classica e solita routine politica che anima il mondo fin dalla notte dei tempi.

Leggi tutto...

Zhukov, eroe o epurato eccellente?

 Zhukov, Eroe o epurato?Storia segreta di un generale sovietico
Ombre cupe e nere sull'onore del maresciallo Gheorghi Zhukov, eroe sovietico della II guerra mondiale onorato anche nella Russia post-comunista. Su di lui, infatti, da un documento inedito spuntato dall'archivio di Stato russi sono emerse rivelazioni non certo entusiasmanti: il più grande stratega della vittoria russa sui tedeschi, vincitore della battaglia di Stalingrado, sarebbe stato anche uno spietato fucilatore di civili.

Leggi tutto...

Dall'Afghanistan alla Georgia passando per l’Iraq, anatomia segreta di guerre e corsa al petrolio

Petrolio e conflittiDi Stefano Schiavi
Premessa (ndr). Questo articolo scritto e pubblicato su riviste specializzate da Stefano Schiavi, Presidente dell’Associazione I viaggi nella storia e giornalista professionista (già capo redattore centrale con funzioni da Direttore responsabile di uno dei più antichi e prestigiosi quotidiani italiani: Il Giornale d’Italia) esperto di politica estera e di Intelligence oltre che di Storia, risulta, ovviamente, essere datato. Quasi tutti gli attori principali di questo scritto sono ormai deceduti (nessuno in modo naturale), ma questo sta a dimostrare come le logiche politico-economiche fanno sì che la “storia nascosta” sia in realtà quella che scrive realmente il palinsesto della “storia ufficiale” che mai collima con gli accadimenti reali e principali. Buona lettura.

Leggi tutto...

L'Attacco a Pearl Harbour

Attacco a Pearl Harbortra mito e realtà - di Stefano Schiavi
La storia, si sa, non è mai propriamente quella che si legge sui libri di scuola, anzi, molto spesso, la verità è quella meno apparente e nascosta. Fa parte dell'uomo, fa parte della storia dell'umanità. Al di la dei complottismi presunti e reali, questo articolo vuole essere soprattutto motivo di riflessione. Una sorta di "non è tutt'oro quello che luccica". Nessuna presunzione ma analisi di quanto è stato trovato negli archivi degli Stati Uniti che gettano nuov aluce su quello che fu definito uno dei più assurdi ed ingiustificatti atti proditori che provocaro l'intervento degli Stati Uniti nel secondo conflitto mondiale dello scorso secolo.

Leggi tutto...

Guerra Fredda, un gioco a scacchi fatto di doppiogiochisti.

Il cartello di benvenuto a Berlino Ovest presso il check point CharlieUn articolo esclusivo di Stefano Schiavi per I Viaggi nella Storia

Nell’immaginario collettivo il mondo dei servizi segreti è rappresentato da uomini con barbe finte od occhiali scuri e impermeabile che ti osservano magari da dietro un giornale con i buchi. Nella migliore delle ipotesi dal mitico agente 007, James Bond, con licenza di uccidere. In realtà il lavoro degli operatori, del settore forse più oscuro di un qualsiasi Stato nazionale, è qualcosa di diverso, che sfugge a quasi tutti.

Leggi tutto...

Guerra fredda e guerra calda

Conrad Schumann salta il filo spinato in Bernauer Strasse

quando Berlino ovest era nel mirino di Mosca
Negli anni bui della Guerra Fredda le autorità della Germania comunista avevano messo a punto un piano che prevedeva un attacco armato per conquistare Berlino ovest, la parte della capitale a occidente del Muro controllata dalle potenze vincitrici Usa, Francia e Gran Bretagna.

Leggi tutto...

Altri articoli...

  1. Dalla Russia con amore
Italian English French German Spanish
L'Associazione "I Viaggi Nella Storia", che ha come scopo quello di sviluppare e diffondere la cultura dei viaggi intesi come arricchimento culturale, sociale e storico, anche un importante veicolo per la diffusione, attraverso le nostre rubriche, della cultura storica, delle tradizioni culturali, dell'archeologia, degli eventi storici,delle curiosit e dei misteri storici, degli approfondimenti storici, delle leggende e dei miti, dei ricordi di famiglia, delle recensione di libri, dei quaderni storici e dei quaderni archeologici, delle mostre e degli eventi, dei reportage di storia antica e moderna, dei dossier e delle ricerche storiche.